Il mio Lavoro: Come guadagna un Travel Photographer

Posted on

30 thoughts on “Il mio Lavoro: Come guadagna un Travel Photographer”

  1. 1 anno e mezzo fa facevi tutt'altro ed oggi il 68% del tuo reddito è insegnare fotografia???? complimenti! detto senza nessuna polemica, credimi. Comunque i percorsi di studio per la fotografia di viaggio esistono eccome! sono ad altissimo livello e costano, esempio ma non solo l IiS.F:C.I.

  2. Ho visto il video e non ho skippato le pubblicità, ho contribuito ad aumentare quel 4%:)vorrei fare un paio di domande ai31 dislike. Io naturalmente, like. Bravo Ste. P. S. Ma che carina la musica di sottofondo. С Новым Годом!

  3. Caro Stefano, grazie innanzi tutto per i video ed è un piacere sapere che ci accomuna anche l'amore per la Russia in tutte le sue sfaccettature. Una sola nota sul video: capisco le motivazioni che ti portano a non esplicitare il tuo salario e in un certo modo le condivido. Tuttavia sarebbe stato opportuno e forse anche utile a chi sogna una vita come la tua di poter avere almeno un range per capire di quali cifre parliamo (2000/4000 oppure 8000/12000 o anche 15000/20000). Parlare di salario onestamente guadagnato non deve essere mai un problema, semmai un vanto e un motivo di orgoglio: lasciare questo alto grado di vaghezze da purtroppo poco senso alle percentuali che cosi minuziosamente elenchi.
    Cordialmente

  4. Stefano, tutte le volte che qualcuno mi prende un'impronta del molare di turno da incapsulare, lo guardo erigersi sopra di me, illuminato da quella lampada infame che ti brucia le retine, e penso: "magari anche lui sogna di fare la Transiberiana ed è intrappolato qui a prendermi l'impronta." 😀

  5. La competenza con cui hai messo in piedi il tuo Business e lo gestisci è inversamente proporzionale al fatturato che al momento generi .. suggerirei di aggiungere un'ulteriore fettina alla torta..magari salendo in cattedra alla Bocconi..:-)

  6. Non ti conoscevo, ma mi hai cambiato la giornata. Grazie! Mi sono subito iscritto… Anche io vivo all'estero da un paio di mesi e mi ritrovo molto nelle tue parole. Complimenti per il coraggio e per aver condiviso tutto questo.

  7. Dato che a noi italiani piace farci i fatti degli altri e sapere la cifra, cerchiamo di fare qualche conto:
    il 4% dei ricavi gli viene dai calendari. Ha detto che quest'idea è stata introdotta quest'anno. Le vendite riguardano dei calendari che hanno costi che vanno da 19€ a 100€ con media matematica (345/8) di 43€. Ha detto di averne venduti 400, quindi 400*43=17k€. Di questi 17k€ facciamo che tolti i costi spedizione e produzione gli resti solo il 1/5 del prezzo (20%) quindi 17k*0.2= circa 3.4k€.
    Questo è il 4%, adesso andiamo a passare al 100% e otteniamo circa 86'000€/annuali, ovvero circa 7000€/mese.

  8. A proposito di mancati pagamenti sottolineo l'importanza di non regalare niente a nessuno. Quando si è professionisti non esistono amici se non fuori dall'orario di lavoro. Se qualcuno ti cerca e ti chiede un favore, una cortesia, tanto ci vogliono 5 minuti, si risponde solo con un preventivo. Se insiste dicendo che siamo amici, che ci accordiamo dopo aver finito il lavoro, che non ha senso regalare soldi allo stato facendo le cose in regola, rifiutare subito. Io l'ho imparato a mie spese, quelli non pagano o al massimo pagano qualcosa all'inizio per guadagnarsi la tua fiducia e poi ti fo….o.

  9. Io sono un fotografo sociopatico, ed è vero quello che dici, ne conosco un sacco di fotografi misantropi, ma per un motivo molto semplice: si nasce fotografi, non si diventa, il fotografo è uno che guarda sempre dall'esterno, che scatta fotografie delle situazioni anche quando non ha la macchina fotografica è normalmente poco incline ad un punto di vista che non sia il suo. Detto questo mi congratulo con te perché tu sia riuscito a farne una professione di un qualcosa forse non puramente fotografico, ma comunque che ti permetta di fare quello che ti piaccia. Solo due cose: è la dimostrazione che la fotografia sia agonizzante, se non morta. Il settore matrimoniale in Italia è morto, grazie anche a questa nuova schiera di finti fotografi da 500 euro a servizio in nero, ovviamente….., le aziende che contano si affidano ai grandi studi per la pubblicità, pagano pochissimo! Le aziendine, o fanno internamente, oppure danno budget così ridicoli che sono solo una perdita di tempo. Veniamo ai corsi: la competenza dell'insegnante chi l'ha certificata? Perché si pretende che un insegnante d'inglese sia abilitato all'insegnamento e un fotografo no? Facciamo un esempio: un madrelingua certamente conosce e si fa capire nel proprio paese, ma non è direttamente proporzionale che utilizzi la grammatica, ecc.. nel modo corretto. Così un fotografo, se ha una preparazione solo da praticone, o autodidatta, finisce per insegnare il suo sistema di lavoro, non fotografia, che è diverso. Imprintare delle persone dal punto di vista fotografico è una cosa di grande responsabilità, se si ama la fotografia. Recentemente dove vivo, camminando nei pressi dove un "insegnante" teneva una "lezione" sul campo, ho ascoltato questa affermazione: "la tecnica di eliminare le persone in movimento dalla scena attraverso le pose lunghe deriva dal mosso creativo" una persona che venda queste stupidaggini e si faccia pagare, contribuisce ad uccidere la fotografia e poi la pappa con il cucchiaino non serve a niente, il corsettino di fotografia dove fai tre uscite e ti spiegano sommariamente come funzioni una macchina fotografica te lo puoi fare anche da solo! La formazione seria dura anni e anni e comprende, al pari della musica e tutte le forme d'arte, l'applicazione costante delle tecniche apprese. Oggi una gran parte di gente si accontenta dell'illusione di essere un fotografo, un musicista ecc… quindi si vendono illusioni e intanto l'aspetto più bello della fotografia, fatto di vera comunicazione, di ricerca, di elaborazione di concetti, se ne va in malora perché impone alle persone di essere riflessive e oggi prima si scatta e poi si guarda com'è venuta ed è finita lì.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *